Il Papa istituisce la Giornata mondiale dei nonni e degli anziani

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
01 febbraio 2021

«Ho deciso di istituire la Giornata mondiale dei nonni e degli anziani, che si terrà in tutta la Chiesa ogni anno la quarta domenica di luglio, in prossimità della ricorrenza dei santi Gioacchino e Anna, i “nonni” di Gesù». Lo ha annunciato a sorpresa il Papa al termine dell’Angelus del 31 gennaio. «Dopodomani, 2 febbraio, celebreremo la festa della Presentazione di Gesù al Tempio — ha spiegato il Pontefice dopo la recita della preghiera mariana nella Biblioteca del Palazzo apostolico — quando Simeone e Anna, entrambi anziani, illuminati dallo Spirito Santo riconobbero in Gesù il Messia». Ma, ha aggiunto, «lo Spirito Santo suscita ancora oggi negli anziani pensieri e parole di saggezza» e inoltre essi «sono l’anello di congiunzione tra le generazioni, per trasmettere ai giovani esperienza di vita e di fede», anche se, purtroppo, «tante volte sono dimenticati». Da qui la decisione di una giornata dedicata a loro, che quest’anno ci celebrerà il 25 luglio nel cuore dell’Anno della Famiglia Amoris laetitia.

Infine il Papa ha ricordato la Giornata dei malati di lebbra e ha salutato i ragazzi dell’Acr romana — rappresentati da un piccolo gruppo — ascoltando l’annuale messaggio della Carovana della pace letto da due di essi.

L'Angelus