Il Pontefice al Catholic News Service

Al servizio della verità
in modo giusto fedele
e informato

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
01 febbraio 2021

Gli operatori della comunicazione devono servire la verità in modo «giusto, fedele e informato»: citandone il motto, Papa Francesco ha affidato questa consegna a una delegazione del Catholic News Service della Conferenza episcopale degli Stati Uniti d’America, ricevuta in udienza lunedì mattina, 1 febbraio, in occasione del centenario di attività. Di seguito il testo italiano del discorso consegnato dal Pontefice.

Cari amici,

sono lieto di salutare voi, che rappresentate tanti altri giornalisti del Catholic News Service, in occasione del centenario della sua istituzione.

Nel corso di questi cent’anni, il Catholic News Service ha offerto un inestimabile contributo nel mondo di lingua inglese, attraverso l’informazione sulla missione della Chiesa, protesa ad annunciare il Vangelo e testimoniare l’amore di Dio rivelato in Gesù Cristo. In un’epoca in cui le notizie possono essere facilmente manipolate e la disinformazione è diffusa (cfr. Messaggio per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni 2021), voi cercate di far conoscere la verità in un modo che sia, secondo le parole del vostro motto, «giusto, fedele e informato».

Vi ringrazio per il vostro lavoro e vi incoraggio a continuare a promuovere il dialogo e la leale comunicazione tra le persone e le comunità. Abbiamo bisogno di media che possano aiutare le persone, specialmente i giovani, a distinguere il bene dal male, a maturare giudizi sani fondati su una presentazione chiara e imparziale dei fatti, e a riconoscere l’importanza di lavorare per la giustizia, la concordia sociale e il rispetto della nostra casa comune.

Possa lo spirito di comunione con il Vescovo di Roma, che è sempre stato un segno distintivo del Catholic News Service, continuare a guidare il vostro impegno di servire la verità con umiltà e responsabilità. Assicuro a voi e ai vostri colleghi la mia preghiera; e vi chiedo, per favore, di ricordarvi di pregare per me. Grazie!