Lo sport risponde al razzismo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

Dall’8 giugno l’asta solidale “We Run Together” promossa dal Papa

04 giugno 2020

La risposta solidale dello sport — con i valori indicati da Papa Francesco — alle paure e alle violenze, con tanto di rigurgiti razzisti: è proprio questo “We Run Together”, l’asta sportiva e solidale lanciata dal Papa che, su iniziativa di Athletica Vaticana, partirà l’8 giugno — sulla piattaforma www.charitystars.com — a favore del personale sanitario che, negli ospedali-simbolo di Bergamo e Brescia, sta combattendo eroicamente in prima linea contro il virus.

In un tempo in cui la pandemia non consente di “correre con le gambe” si può “correre con il cuore” ha detto il Pontefice, lo scorso 20 maggio, incontrando i promotori di questa iniziativa messa in campo per “sostituire” il primo Meeting inclusivo che, il 21 maggio, avrebbe visto, per la prima volta, tutti insieme con la stessa dignità campioni olimpionici di tutto il mondo e atleti con disabilità fisica e mentale, migranti e carcerati. Lo sport così come piace a Francesco, insomma.

Per sostenere l’asta di beneficenza il Papa ha donato alcuni oggetti sportivi ricevuti nelle tante udienze con atleti. A cominciare da una bicicletta personalizzata, con il nome Francesco e i colori della Santa Sede e dell’Argentina, ricevuta dal campione del mondo di ciclismo Peter Sagan. Da mezzogiorno di lunedì 8 giugno, dunque, su www.charitystars.com sarà possibile partecipare a questa “gara di solidarietà”. Campioni di tutto il mondo e di tutti gli sport stanno in queste ore mettendo a disposizione gli oggetti sportivi che li rappresentano: alcuni hanno scelto di aprire le porte di casa o di condividere un loro allenamento, per testimoniare che lo sport è davvero “cultura dell’incontro”.

Ogni settimana gli atleti si alterneranno con le loro proposte. Si parte, appunto, l’8 giugno con la bici di Sagan. Ma anche con la maglia indossata da Alex Zanardi — testimone dell’essenza più autentica dello sport — per vincere la medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Rio de Janiero; la maglia della Roma e la fascia di capitano autografate da Francesco Totti; un allenamento e una giornata con Filippo Tortu; il costume e la cuffia con la firma di Federica Pellegrini; gli scarponi da gara della campionessa olimpica di sci Sofia Goggia.

E ancora, in questo primo gruppo di premi ci sono un’esperienza con Luna Rossa e due incontri particolari: a Castellammare di Stabia con i “mitici” fratelli Abbagnale, simboli del canottaggio, e a casa della “coppia d’oro” della scherma mondiale composta dal campione olimpico Valerio Aspromonte e dalla campionessa del mondo Carolina Erba, insieme al loro figlio di 3 anni.

A questo primo gruppo si aggiungeranno, alternandosi per circa due mesi, tantissimi campioni e non mancheranno via via le sorprese: molti si stanno infatti aggiungendo strada facendo. Sicuramente ci sono, tra gli altri, Tania Cagnotto, Martina Caironi, Niccolò Campriani, Yeman Crippa, Arianna Fontana, Daniele Garozzo, Kristian Ghedina, Christof Innerhofer, Carolina Kostner, Andrea Lo Cicero, Stefano Maniscalco, Annalisa Minetti, Sandi Morris, Flavia Pennetta, Giulia Quintavalle, Massimiliano Rosolino, Antonio Rossi, Clemente Russo, Katerina Stefanidi, Gianmarco Tamberi, Bebe Vio, Blanka Vlašić, Dorothea Wierer, Alex Zanardi, Ivan Zaytsev e Cristina Chirichella con le maglie della nazionale di volley femminile e maschile. Presenti anche alcune squadre di calcio — tra le quali Juve, Milan, Lazio, Brescia — ma anche la Ferrari e la Lamborghini. Non mancheranno esperienze suggestive come l’“abbraccio” a Pietro Mennea attraverso l’incontro con la moglie Manuela, e alcuni protagonisti dell’atletica, nella casa dell’indimenticata “freccia del sud”.

Sarà possibile fare donazioni senza partecipare all’asta e sostenere l’iniziativa con un messaggio di adesione.

Con Athletica Vaticana collaborano le Fiamme Gialle, il Cortile dei Gentili e Fidal Lazio. Tutti gli aggiornamenti sugli oggetti e sulle esperienze disponibili ogni settimana saranno pubblicati, oltre che su charitystars.com, su www.athelticavaticana.org, www.cortiledeigentili.com, www.fiammegialle.org e sui canali social. Vatican News e Radio Vaticana Italia seguono passo passo “We Run Toegheter” con interviste e servizi.