Giubileo Lauretano

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

Un sito alla settimana

10 dicembre 2019

Il conto alla rovescia che ha accolto i visitatori online si è appena concluso. L’apertura della Porta Santa, domenica scorsa nella solennità dell’Immacolata, con il segretario di Stato il cardinale Pietro Parolin, ha dato ufficialmente avvio al Giubileo Lauretano, a cento anni dalla proclamazione della Madonna di Loreto patrona degli aeronauti. E così la delegazione pontificia per il Santuario della Santa Casa di Loreto ha promosso un sito internet dedicato. Uno strumento di consultazione digitale per accompagnare i pellegrini da tutto il mondo e approfondire — sul tema «Il Giubileo Lauretano. Chiamati a volare alto» — i principali segni dell’anno santo: il Pellegrinaggio, la Porta Santa, l’Indulgenza plenaria, la Carità e la Preghiera mariana. Sul portale sono disponibili il decreto di indizione e il testo della preghiera di Papa Francesco composta per il Giubileo Lauretano, la spiegazione del significato del logo e la pubblicazione dell’inno ufficiale firmato da monsignor Marco Frisina.
Sul web le visualizzazioni maggiori provengono da Italia, Stati Uniti, Romania, Croazia e Brasile.
Come ha spiegato il prelato e delegato pontificio per il Santuario della Santa Casa di Loreto, monsignor Fabio Dal Cin: «Durante l’Anno Santo Lauretano l’unica chiesa giubilare nel mondo sarà il Santuario della Santa Casa di Loreto. Tuttavia, per valorizzare pastoralmente i luoghi di culto dell’aviazione civile e militare, la possibilità di ricevere il dono dell’indulgenza plenaria viene estesa anche alle cappelle aeroportuali civili e militari, previa richiesta inoltrata alla delegazione pontificia da parte dell’ordinario del luogo».
Sul portale vengono descritte le condizioni necessarie. Per un sito che si presenta come «in cammino» e che evolverà, giorno dopo giorno, assieme all’anno giubilare sino alla sua conclusione il 10 dicembre 2020.

www.jubilaeumlauretanum.it

a cura di Fabio Bolzetta