Nomine episcopali

23 febbraio 2022

Le nomine di oggi riguardano la Chiesa in Brasile e in Cile.

Mário Antônio da Silva
arcivescovo metropolita di Cuiabá (Brasile)

Nato il 17 ottobre 1966 ad Itararé, nella diocesi di Itapeva (São Paulo), ha studiato Filosofia e Teologia presso il seminario diocesano Divino Mestre a Jacarezinho (1985-1991). Ha poi conseguito la licenza in Teologia morale presso l’Accademia Alfonsiana a Roma (1996-1998). Il 21 dicembre 1991 ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale ed è stato incardinato nella diocesi di Jacarezinho, nella quale è stato direttore spirituale (1992-1993) e poi rettore del seminario minore Nossa Senhora da Assunção (1994-1996); coordinatore della Pastorale vocazionale (1993-1996); professore di Teologia morale e direttore spirituale del seminario maggiore Divino Mestre; vicario parrocchiale, parroco e cancelliere. Il 9 giugno 2010 è stato eletto vescovo titolare di Arena e ausiliare dell’arcidiocesi di Manaus e ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 20 agosto successivo. Il 22 giugno 2016 è stato trasferito alla sede residenziale di Roraima. Dal maggio 2019, in seno alla Conferenza episcopale brasiliana è il secondo vice-presidente.

Bernardo Andrés Álvarez Tapia
ausiliare di Concepción (Cile)

Nato a Talcahuano, arcidiocesi di Concepción, il 4 agosto 1980, ha studiato presso il Colegio Santa Bernardita e il Liceo La Asunción a Talcahuano e ha frequentato corsi di Ingegneria. Entrato nel seminario maggiore di Concepción nel 2022 per gli studi in Filosofia e Teologia, ha conseguito la licenza in Scienze Religiose e Studi Ecclesiastici presso l’Universidad Católica de la Santísima Concepción. Nel 2019 si è specializzato in Teologia presso la Pontificia Universidad Católica de Chile a Santiago. Ordinato sacerdote il 21 novembre 2009 per l’arcidiocesi di Concepción, è stato vicario e amministratore parrocchiale, parroco e rettore del santuario di San Sebastián a Yumbel; parroco di Santa Filomena di Cabrero; decano del Decanato rurale (2014-2017); delegato episcopale per la formazione del dipartimento arcidiocesano di Spiritualità; membro della commissione nazionale di Santuari e pietà popolare. Dal 2020 è rettore del seminario maggiore arcidiocesano.

Óscar Walter García Barreto
ausiliare di Concepción (Cile)

Nato l’8 agosto 1969 a Tala, nella diocesi di Canelones, in Uruguay, ha compiuto gli studi presso il liceo San José de Tala. Entrato a gennaio del 1992 nella congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza, fondata da san Giovanni Calabria, ha concluso gli studi di Filosofia e Teologia nei centri di formazione della medesima congregazione in Cile e Argentina. Ha emesso la prima professione religiosa il 2 febbraio 1994 ed è stato ordinato sacerdote per la suddetta congregazione il 14 agosto 1999 a Tala. Nel 2014 è stato incardinato nell’arcidiocesi cilena di Concepción ed è stato collaboratore presso la Casa per ragazzi della Fondazione Ciudad del Niño “Ricardo Espinosa” a Hualpén; formatore, assessore e incaricato della Liturgia nei seminari della Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza in Uruguay e Argentina: parroco di Nuestra Señora de Guadalupe a Hualpén e parroco di Nuestra Señora del Carmen a Cañete, nell’arcidiocesi di Concepción; assistente pastorale dell’Istituto San José, assessore per la Pastorale vocazionale e responsabile della Pastorale sociale del decanato di Arauco, nella medesima arcidiocesi. Dal gennaio 2022 è parroco di San José a Caranilahue e vicario episcopale per la zona di Arauco.