· Città del Vaticano ·

La ludopatia, piaga sociale spesso sottovalutata

Dipendenza nascosta
ma spietata

  Dipendenza nascosta  ma spietata   QUO-037
15 febbraio 2022
Intervenire tempestivamente aumenta le possibilità di risolvere il problema  Ne parla Roberto Pozzoli, presidente dell’associazione “Vinciamo Noi” Il gioco può diventare patologico? Chi è affetto da un disturbo legato al gioco è capace di riconoscerlo e farsi aiutare? La ludopatia è a tutti gli effetti un disturbo che può e deve essere trattato attraverso strumenti specifici. Come spiegano gli esperti, intervenire fin dai primi segnali di problematicità connessa al gioco aumenta le possibilità di risolvere il problema in tempi brevi, evitando di complicare la situazione personale e familiare con contrasti relazionali scatenati proprio dalla dipendenza e dalle perdite economiche conseguenti. Al disturbo da gioco d’azzardo si connettono spesso il peggioramento del benessere ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati