· Città del Vaticano ·

In rete

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
22 dicembre 2021

La Congregazione per le Chiese orientali

«Le prime attestazioni di un organismo in seno alla Sede apostolica esplicitamente incaricato di questioni relative alle Chiese d’Oriente risalgono al 1573, quando Papa Gregorio xiii istituì la Congregatio de rebus Graecorum, alla quale era affidato il compito di trattare le cause e gli affari relativi ai cattolici di rito bizantino o greco, ma anche di promuovere la tutela e la diffusione della fede fra gli altri cristiani d’Oriente». Il sito internet della Congregazione per le Chiese orientali (www.orientchurch.va) presenta il dicastero vaticano che ha il mandato di «porsi in collegamento con le Chiese orientali cattoliche per favorirne la crescita, salvaguardarne i diritti, e mantenere vivi e integri nella Chiesa cattolica, accanto al patrimonio liturgico, disciplinare e spirituale della Chiesa latina, anche quelli delle varie tradizioni cristiane orientali». La carica di prefetto della Congregazione, sino alla riforma della Curia romana del 1967, era riservata al Pontefice. La competenza territoriale dell’istituzione includendo anche i fedeli latini — viene descritto nella presentazione — abbraccia le seguenti regioni: Egitto, Eritrea ed Etiopia del Nord, Bulgaria, Cipro, Grecia, Iran, Iraq, Libano, Israele, Palestina, Siria, Giordania, Turchia. Sul sito web è possibile approfondire il recente viaggio in Siria del cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali, avvenuto dal 25 ottobre al 3 novembre 2021. Sono disponibili i resoconti di ogni giornata, immagini e testi delle omelie pronunciate con documenti pubblicati in lingua italiana e in arabo. Come viene spiegato, si è trattato di un viaggio «nell’amata e martoriata Siria, come ama ripetere Papa Francesco, tante volte ricordato dai fedeli di tutte le confessioni della Siria, che pregano per lui, lo accompagnano con la preghiera ringraziando della sua costante vicinanza e aiuto, e col desiderio del cuore che giunga il giorno, quando le condizioni potranno consentirlo, di poterlo accogliere in mezzo a loro, come più volte espresso al cardinale Sandri da piccoli e grandi, laici e consacrati». Sul portale viene presentata anche la Riunione opere aiuto Chiese orientali (Roaco), il comitato, presieduto dal prefetto della Congregazione, che riunisce le agenzie e opere che, in diversi Paesi del mondo, sono impegnate nel sostegno concreto delle comunità. Forme di assistenza intensificate di fronte alle conseguenze della pandemia di covid-19 e descritte nel dossier contenente gli aiuti straordinari attivati.

a cura di Fabio Bolzetta