· Città del Vaticano ·

Per trasformare le spade in vomeri

La suora

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
22 ottobre 2021
Tutto il mondo chiedeva indulgenza per lei. La “dolce, tranquilla, pacifica donna cristiana” che, a 82 anni, aveva messo a segno la più grave violazione di un sito nucleare degli Stati Uniti, infilandosi strisciando sotto tre barriere di filo spinato per raggiungere, insieme a due amici del movimento pacifista dei Vomeri, il cuore atomico di Oak Ridge Y12, il «fort Knox dell’uranio»: una «città segreta» sorta dal ‘43 nelle campagne del Tennesse all’alba del progetto Manhattan, l’incubatore dell’escalation atomica. Suor Megan Rice, scomparsa il 10 ottobre scorso, a 91 anni — oltre un terzo dei quali trascorsi in Africa come missionaria —, fece allora breccia perfino in insospettabili cuori repubblicani per i quali violare un sito del governo, accusando l’amministrazione di finanziare silenziosamente ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati