· Città del Vaticano ·

Al Consiglio europeo confronto sulla Polonia

22 ottobre 2021
Bruxelles , 22. Nell’Unione europea si inaspriscono i toni del confronto sullo stato di diritto in Polonia. Al vertice del Consiglio europeo, che si conclude oggi a Bruxelles, il premier polacco, Mateusz Morawiecki, ha fatto sapere di non volersi piegare ai «ricatti» dell’Europa. «Un clima da caccia alle streghe», l’ha definito il primo ministro ungherese, Viktor Orbán, unico ad essersi schierato apertamente al fianco di Varsavia. Nei loro interventi, gli altri due alleati della Polonia nel gruppo di Visegrad (Repubblica Ceca e Slovacchia) hanno invece preferito virare l’attenzione sull’impennata dei costi dell’energia. Ma poco prima del summit, dopo gli incontri del primo ministro polacco con i leader più disponibili ad una mediazione sul caso del Rule of Law — Emmanuel Macron, Pedro ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno