· Città del Vaticano ·

Dubbi sul processo all’eroe nel film Hotel Rwanda

Condannato per terrorismo lo “Schindler” africano

21 settembre 2021
Washington , 21. Da eroe a terrorista. Paul Rusesabagina — l’ex albergatore la cui storia ha ispirato il film Hotel Rwanda — celebrato come un eroe per aver salvato centinaia di vite durante il genocidio in Rwanda del 1994, è stato condannato a venticinque anni di carcere. La sentenza ha confermato le accuse di terrorismo, tracciando una parabola discendente per lo “Schindler africano”. L’imputato è accusato di aver «fondato un’organizzazione terroristica che ha attaccato il Rwanda e di aver contribuito finanziariamente alle attività terroristiche». Dissidente politico, Rusesabagina è stato condannato ieri per aver sostenuto il Fronte di liberazione nazionale (Fln), considerato il braccio armato del Movimento rwandese per il cambiamento democratico (Mrcd) — coalizione dei partiti di opposizione — ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno