Nuova edizione degli studi di Arsenio Frugoni su Arnaldo da Brescia

Uno storico mai pago di risposte parziali

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
15 settembre 2021
ArsenioFrugoni (1914 — 1970), storico di razza, finissimo interprete delle sue fonti, fu dotato di «sovrana squisitezza di scrittura» (R. Manselli). Nel 1954 videro la luce i suoi lavori maggiori, ovvero i volumi dedicati ad Arnaldo da Brescia e al monaco Pietro del Morrone, poi Papa Celestino v , due figure complesse, inquiete e, per molti tratti, enigmatiche. Se Coelestiniana avrà in seguito il merito di essere ripubblicato in edizione anastatica con introduzione di Clara Gennaro dall’Istituto storico per il Medio Evo nel 1991, ancora maggior fortuna è arrisa al volume su Arnaldo da Brescia (tradotto anche in francese nel 1993, a cura di Alain Boureau con introduzione di Ovidio Capitani, poi ristampato nel 2004) di nuovo pubblicato — con introduzione di Giuseppe Sergi — da Einaudi nel 1989 e ora di recente — ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno