Tra ingiustizie e conflitti

Superare gli opposti

01 settembre 2021
In questi ultimi tempi, e soprattutto in quelli attraversati dalla pandemia, sembra che la logica della contrapposizione “a sé stante” e la polarizzazione “di fatto” si siano imposte come una metodologia politica e sociale ordinaria. In tempi elettorali sono all’ordine del giorno duri scontri in politica, sia in Argentina sia in altri Paesi dell’America latina. Essi sono addirittura arrivati nella loro logica distruttiva e sconfortante a utilizzare temi di salute pubblica tra la sofferenza del popolo per il covid. Sembra che ci siano spazi di potere che credono veramente che “tendere la corda” di un dibattito polare, senza la minima ricerca di un consenso, sia un modo per dominare spazi, mettendo così a rischio la salute integrale dei loro popoli. Ricordiamo qui le parole di Papa Francesco nella sua enciclica Fratelli ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno