· Città del Vaticano ·

Anche in estate attivi i servizi di Medicina solidale

La cura che non va in vacanza

28 agosto 2021
Sono affetti da patologie gravi, spesso invalidanti, vivono per strada impossibilitati ad acquistare farmaci specifici e a sottoporsi alle cure necessarie, sono gli indigenti che popolano le strade di Roma, a loro si rivolge l’azione di sostegno dell’Istituto di Medicina solidale. «I poveri non vanno in vacanza. Per tutto il periodo estivo abbiamo cercato di garantire assistenza alle tante persone che si rivolgono a noi, non si è verificato nessun calo nelle richieste, anzi, il numero di assistiti è triplicato a causa della diffusione del covid-19», così Lucia Ercoli, fondatrice dell’Istituto di Medicina solidale, ci spiega come uno dei dati più significativi dell’ultimo anno di pandemia sia stato l’aumento del numero di clochard e di persone in gravi difficoltà economiche. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno