· Città del Vaticano ·

Nel presidio della Caritas a Marina di Acate

Vaccini a senza tetto e a lavoratori stranieri

18 agosto 2021
Ragusa, 18. Persone senza fissa dimora, operai stranieri singoli o con i loro nuclei familiari, anche senza permesso di soggiorno, che vivono e lavorano lontani dai centri abitati: sono stati soprattutto loro i destinatari delle oltre cinquecento vaccinazioni contro il covid-19 somministrate nei mesi di giugno e luglio nel presidio della Caritas di Ragusa, a Marina di Acate. All’organizzazione hanno lavorato congiuntamente la diocesi e la parrocchia di San Nicola di Bari mettendo a disposizione i locali, gli operatori di presidio e i volontari, l’Asp di Ragusa con il suo personale medico, infermieristico e amministrativo, Emergency che ha garantito la mediazione linguistico culturale e il Comune di Acate con i suoi operatori di protezione civile e polizia municipale. In tutti i giorni di apertura gli operatori hanno garantito la ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno