Antichi canti per l’Assunzione di Maria

E le stelle fanno corona

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
11 agosto 2021
«Oggi la vergine Maria è ascesa al cielo: rallegratevi perché regna con Cristo in eterno» dice l’antica antifona ambrosiana. Ma il transito (o dormizione) della Beata Vergine e la successiva Assunzione in cielo sono stati oggetto di composizioni in vari tempi e lingue. Ecco tre brevi esempi. Agli inizi del xiv secolo risale il Laudario Magliabechiano (o Fiorentino). In esso compare una breve lauda di tre quartine con un distico per ritornello: «O humil doncella, che n’ciel se’ portata / vocasti te ancella per te humiliare» (Ti sei definita ancella per umiltà). Le prime due quartine, rifacendosi alla tradizione riportata nei vangeli apocrifi, narrano la presenza di tutti gli apostoli al capezzale di Maria morente. Quelli che si trovavano lontano furono portati in modo miracoloso sul luogo ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno