Non si placa la morsa delle fiamme in Turchia e Grecia

06 agosto 2021
Ankara, 6. Non si placa la morsa degli incendi sulla Turchia. Centinaia di residenti della provincia sudoccidentale turca di Mugla, sul Mar Egeo, sono stati evacuati ieri dalla Guardia costiera del Paese attraverso il porto di Ören a causa degli incendi boschivi che sono arrivati fino ai confini della vicina centrale termoelettrica di Kemerköy, nel distretto di Türkevleri. Le autorità locali hanno reso noto che «tutte le sostanze chimiche esplosive» e altri materiali pericolosi sono state rimosse, «ma c’è il rischio che l’incendio possa estendersi alle migliaia di tonnellate di carbone» custodite nel sito. Otto persone sono morte e altre decine sono state ricoverate in ospedale da quando la costa meridionale della Turchia ha cominciato a bruciare la settimana scorsa. Da parte ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno