Tutto cominciò (forse) nel 776 a.C.

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
03 agosto 2021
Tra gli antichi giochi panellenici i più importanti erano quelli olimpici dedicati a Zeus Olimpio nell’Elide. Pausania nella Guida della Grecia (cito dall’edizione Fondazione Valla, 2007) fa risalire l’origine di questi ultimi a un’epoca mitica nella quale un discendente di Eracle Ideo, Climeno, giunto da Creta, «indisse l’agone ad Olimpia ed eresse un altare all’avo Eracle». Dopo questo riferimento mitologico Pausania passa a trattare delle gare in epoca storica. Da quando infatti c’è memoria continua sulle Olimpiadi, la data canonica con cui si fa cominciare la prima è il 776 a.C., mentre l’ultima, la 292a, si disputò nel 393 d.C. Bisogna dare a Pausania il merito, oltre che di aver fatto una descrizione dei giochi, anche di aver conservato traccia di alcune celebri figure di atleti. Infatti nel ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno