· Città del Vaticano ·

Ma il cammino non finisce a Santiago

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
24 luglio 2021
Sono ormai passati due anni e mezzo da quando sono andato e tornato da Santiago de Compostela, e di strada ne ho fatta da allora perché è proprio vero: il cammino non finisce a Santiago. Questa frase, per chi ha fatto il Cammino (o altri pellegrinaggi a piedi), ha un senso tutto suo, che personalmente all’inizio ignoravo, o non capivo, come tante altre cose che mi venivano dette, su Santiago, ma anche sulle varie “Santiago” che nella mia vita avevo fino a quel momento raggiunto senza saperlo. Perché Santiago è così: rende ragione di ogni passo fatto, non solo in quel cammino, ma in tutto il “cammin di nostra vita”. Fa nuove tutte le cose e ricapitola tutto in sé, proprio come Qualcuno, ma andiamo per gradi. La realtà del pellegrinaggio la conobbi una sera di febbraio di ormai tre anni fa, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno