· Città del Vaticano ·

Sant’Egidio: «Non abbandoniamo il Mozambico»

22 luglio 2021
Roma , 22. Dal 2017 il Nord del Mozambico è vittima di attacchi terroristici che hanno provocato migliaia di morti, 800 mila sfollati interni e mettono a rischio la stabilità del Paese. Per sottolineare la gravità di questa crisi, la Comunità di Sant’Egidio ha lanciato un appello all’opinione pubblica, soprattutto italiana. «Non abbandoniamo il Mozambico nel momento drammatico che sta vivendo. Se n’è parlato troppo poco nel nostro Paese, c’è stata un’assenza. Occorre invece una presa di coscienza della gravità della situazione per rinnovare i legami di amicizia tra Italia e Mozambico, che risalgono al sostegno nella lotta per l’indipendenza e al processo che ha portato alla firma della pace, avvenuta proprio a Roma grazie alla mediazione di Sant’Egidio, il 4 ottobre 1992» ha ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno