· Città del Vaticano ·

Laboratorio del patriarcato di Gerusalemme dei Latini dedicato alle donne palestinesi

Un sorriso per ritrovare la fiducia in se stesse

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
19 luglio 2021
Gerusalemme, 19. «Un laboratorio di terapia della risata al fine di aiutare le donne a liberarsi delle energie negative e caricarle di quelle positive attraverso diverse attività»: Sawsan Bitar, coordinatrice locale del Women’s Empowerment Program presso il Sabeel Center, spiega così l’idea venuta al Dipartimento per i servizi sociali del patriarcato di Gerusalemme dei Latini che, in collaborazione con padre Amjad Sabbara, parroco di Gerusalemme, ha organizzato il laboratorio per sedici donne palestinesi di Gerusalemme Est. Nei giorni scorsi Bianca Morcos Tourjman, formatrice di Terapia della risata, ha tenuto nei locali della parrocchia il primo workshop in presenza (dopo la pandemia di covid), coadiuvata fra gli altri da Mervat Naber, capo del dipartimento sociale della Caritas. Questo gruppo di donne si ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno