· Città del Vaticano ·

Il cristiano e la politica secondo Maritain

Si scrive “autorità” Si legge “servizio”

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
19 luglio 2021
Sono settanta anni dalla prima uscita, in inglese, di Man and the State di Jacques Maritain. L’occasione potrebbe essere propizia per fare il punto sull’impegno dei cattolici sul piano politico. Maritain, ben consapevole della gravità del problema, formula una proposta che è perfettamente in linea con il pensiero politico cristiano. Lo Stato prima di tutto non esaurisce in sé tutto l’uomo, ma è solo una parte grazie alla quale l’uomo realizza alcuni aspetti della sua persona. «Lo Stato è una parte specializzata degli interessi del tutto. Non è un uomo singolo o un gruppo di uomini: è un complesso di istituzioni che si combinano per formare una macchina regolatrice che occupa il vertice della società; questa specie di opera d’arte fu costruita dall’uomo e si serve di cervelli e ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno