India sanità in ginocchio

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
16 luglio 2021
L’India ha pagato un caro prezzo, in termini di vite umane, a causa della pandemia del Covid-19. Più di trenta milioni di persone sono state infettate dal morbo ed almeno quattrocentoundicimila individui hanno perso la vita a causa della malattia. Entrambi i dati, peraltro, sono certamente sottostimati a causa delle difficoltà del sistema sanitario nazionale nel tracciare, identificare e prendersi cura degli ammalati. La seconda ondata della pandemia, che ha raggiunto il suo picco alla metà di maggio con oltre quattrocentomila nuovi casi al giorno, ha mostrato tutte le carenze di una sanità pubblica provata dalla crisi. K. Srinath Reddy, Presidente della Public Health Foundation of India, ha dichiarato che la sanità, per molto tempo, non è stata vista come una spesa produttiva nel Paese al ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno