In rete

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 giugno 2021

Il sito internet di Caritas italiana


Papa Francesco ha ricevuto in udienza, lo scorso 26 giugno, i membri di Caritas italiana nel cinquantesimo anniversario di fondazione. Il sito internet www.caritas.it rappresenta un’interessante finestra per affacciarsi sulle attività di carità promosse dall’organismo pastorale fondato il 2 luglio 1971. Nella sezione dedicata alle Caritas diocesane, dall’inizio dell’anno, sono state infatti pubblicate oltre cento notizie provenienti da ottanta diocesi. Sono stati dedicati diversi approfondimenti legati alla pandemia: 66 racconti, esperienze, testimonianze, 63 tra progetti e iniziative a livello mondiale nei Paesi in cui opera la rete Caritas, 42 articoli e interviste di analisi, riflessioni e approfondimenti dal mondo Caritas sull’impatto di covid-19 sulla società italiana. La sezione dedicata ai dossier, con dati e testimonianze, ne mette a disposizione 68 con focus su molteplici aree e Paesi. Il portale attuale dell’ente caritativo è stato inaugurato nel 2013 e, tra poco, verrà lanciato un nuovo spazio web informativo con l’evoluzione del cartaceo «Italia Caritas».

Dal portale è anche possibile iscriversi alla newsletter mensile che conta attualmente 2.562 destinatari.

Nuova pagina web per l’arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie


Si rinnova il sito internet dell’arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie. Due gli indirizzi web (www.arcidiocesitrani.it e www.trani.chiesasacattolica.it) per raggiungere il nuovo portale. Il lavoro di realizzazione è cominciato sul territorio per poi proseguire all’interno del progetto Cei “Webdiocesi” promosso per favorire la comunicazione online delle diocesi. Un video sulla cattedrale di Trani accoglie i visitatori per accompagnarli nella conoscenza dell’arcidiocesi e delle attività liturgiche, culturali, caritative. La sezione “documenti” e “agenda” raccolgono materiali e impegni mentre una webtv propone l’ultimo video prodotto per poi spostarsi sul canale YouTube diocesano. «Oltre a essere il risultato apprezzabile di un traguardo sul piano digitale — sottolinea in una nota l’arcivescovo Leonardo D’Ascenzo — è espressione di una comunità ecclesiale che, per suo tramite, rende un servizio informativo, formativo, proiettato altresì alla formazione sempre necessaria della comunione ecclesiale. Certo rimane vero che la vera comunione, sempre dono di Dio, va realizzata nel concretezza del vivere, ma essa si avvale anche di strumenti orientati a facilitarla».

a cura di Fabio Bolzetta