Siria, un altro gelido inverno

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
16 dicembre 2020

Con l’arrivo dell’inverno torna a essere a rischio la sopravvivenza di oltre due milioni di siriani sfollati che si trovano in condizioni disperate nella parte nord-occidentale del Paese. L’allarme giunge da Medici senza frontiere (Msf), che ricorda come «chi vive nei campi dovrà sopportare gelo, strade fangose e pioggia nelle tende. E per molti non sarà il primo inverno passato in queste condizioni». A ciò si aggiunge la preoccupazione per la pandemia, con oltre 17.000 casi nella regione. Gli operatori di Msf sono al lavoro per distribuire kit invernali con vestiti pesanti, cerate, materassi e coperte a circa 14.000 famiglie che vivono in più di 70 campi.