Con artisti sul palco e Athletica Vaticana sulle strade

Un concerto e una corsa
per un Natale solidale

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
15 dicembre 2020

Un concerto e una corsa podistica, a Natale, riproporranno la musica e lo sport come esperienze inclusive e solidali, capaci di accendere attenzioni e sensibilità per le persone che stanno soffrendo, in modo particolare per la pandemia. Dando speranza, gioia, e offrendo un’opportunità per uscire migliori dal tempo di crisi.

Sono le indicazioni concrete suggerite da Papa Francesco nell’udienza di sabato scorso, 12 dicembre, agli organizzatori del tradizionale concerto di Natale, promosso dalla Congregazione per l’educazione cattolica. Un concerto ormai tradizionale — sono ventotto le edizioni svoltesi finora — che stavolta si arricchisce anche di una corsa podistica alla portata di tutti.

Il ricavato dell’intero progetto sarà devoluto a favore della Fondazione pontificia Scholas Occurrentes e della Fondazione salesiana Missioni Don Bosco, che stanno dando vita a iniziative di sostegno alle persone colpite dalla crisi sanitaria e sociale della pandemia. Progetti mirati, chiari, efficaci.

In particolare, Scholas Occurrentes si sta occupando di “contenere” i danni psicologici causati nelle persone da chiusure e paure. A questo scopo ha animato nei mesi scorsi numerosi cyber-incontri con oltre 2.000 studenti di 60 Paesi.

Mentre la Fondazione Missioni Don Bosco, da parte sua, sta affrontando l’emergenza coronavirus con progetti concreti in 55 nazioni, promuovendo programmi per la distribuzione di cibo e mascherine, assistenza didattica e accoglienza. Gli aiuti si sono concentrati in Asia, in particolare in India; in America latina, con un focus su Bolivia e Brasile; in Africa, soprattutto in Burundi.

E così mentre Ron e Renato Zero — insieme con altri “colleghi” — metteranno a disposizioni i loro talenti sul palco nell’auditorium della Conciliazione (in televisione li vedremo il 24 dicembre), ecco che Athletica Vaticana è già pronta a testimoniare per le strade di Roma la forza solidale dello “sport per tutti, nessuno escluso”, partecipando alla corsa “virtuale”.

Riguardo al tradizionale concerto natalizio, quest’anno si esibiranno, oltre ai due cantanti già citati, gli artisti italiani Malika Ayane, Antonino, Arisa, Emma, ​​Roby Facchinetti, Andrea Griminelli, Moreno, Nek e Tosca. Con loro altre star internazionali come l’olandese Dotan, la russa Aida Garifullina, la giapponese Hong-hu Ada e la scozzese Amy Macdonald.

Ma la novità di quest’anno è, appunto, la Virtual Christmas Race - Run for Charity: un evento dedicato allo sport e alla solidarietà, il cui ricavato andrà sempre a sostegno dei progetti di Scholas e Missioni Don Bosco.

Si tratta di una corsa podistica “virtuale”, aperta a chiunque voglia aderire, che si svolgerà dal 19 al 31 dicembre. Per partecipare basterà scaricare l’app Cvrace, disponibile sulla piattaforma Enternow, mettersi le scarpe da runner e iniziare a correre... in amicizia e certo non con spirito competitivo. E soprattutto nel pieno rispetto delle norme sul distanziamento sociale

A presentare questa novità, durante il concerto, saranno due indimenticati assi dello sport: Fiona May — due volte campionessa mondiale e due volte argento olimpico nel salto in lungo — e il calciatore campione del mondo Gianluca Zambrotta.

Per sostenere i progetti si può chiamare o inviare un sms al numero telefonico solidale 45530, attivo fino al 31 dicembre.