· Città del Vaticano ·

Santuario Madonna delle Lacrime

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

Un sito alla settimana

11 agosto 2020

«Le Lacrime di Maria  hanno generato speranza e nuova vita». È ispirato alle parole pronunciate da Papa Francesco durante l’udienza generale del 5 gennaio 2017, il tema del sessantasettesimo anniversario della Lacrimazione della Madonna a Siracusa. Due particolari celebrazioni, rispettando le restrizioni contro il covid-19, saranno dedicate a ringraziare e invocare la protezione della Vergine sui medici, gli infermieri, i volontari e sulle forze dell’ordine che si sono spesi in favore della collettività durante la pandemia.

La Lacrimazione è avvenuta a Siracusa in più occasioni dal 29 agosto al 1° settembre  1953 da una immagine in gesso smaltato — raffigurante la Madonna che mostra il proprio cuore immacolato — posta nell’abitazione di due giovani coniugi, Angelo Iannuso e Antonina Lucia Giusto. Una commissione medica, proposta dalla Chiesa locale, prelevò circa un centimetro cubo del liquido che sgorgava dagli occhi della Madonnina che sottoposto ad analisi microscopica lo classificò come «lacrime umane» e «non spiegabile scientificamente».

Il santuario costruito a partire dal 1988 fu inaugurato da san Giovanni Paolo II il 6 novembre 1994.

www.madonnadellelacrime.it

a cura di Fabio Bolzetta