· Città del Vaticano ·

Padre Ian Boyd lascia «The Chesterton Review»

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

L’aveva fondata 46 anni fa

28 agosto 2020

Dopo quarantasei anni di servizio, padre Ian Boyd, della Congregazione di San Basilio, ha annunciato il suo ritiro da redattore di «The Chesterton Review, la rivista da lui fondata in Canada nel 1974. Gli succederà Dermot Quinn, suo collega e amico da molti anni al GK Chesterton Institute for Faith and Culture presso Seton Hall University. Padre Boyd, che sarà presidente emerito dell’Istituto, spera di tornare a Seton Hall per il cinquantesimo compleanno della rivista tra quattro anni. Nel frattempo, una targa e una mostra permanente sono state collocate nella Walsh Library per onorare i vent’anni di padre Boyd a Seton Hall e il lavoro del Chesterton Institute in Canada e negli Stati Uniti dal 1974. «Tutto ciò che ha fatto per il giornale è stato contrassegnato dalla sua intelligenza meravigliosamente acuta e penetrante, dalla sua immaginazione editoriale e dal suo dono per la ricerca di aneddoti e citazioni appropriate», ha detto Dermot Quinn, rendendo omaggio al lavoro di padre Boyd. Il fondatore, ha concluso, «ha anche insistito sul fatto che una buona scrittura deve distinguere la rivista, che la sua prosa deve essere degna del suo soggetto. Spero di continuare in questa tradizione». Laureato al Trinity College di Dublino e al New College di Oxford, il professor Quinn è membro del Dipartimento di Storia di Seton Hall dal 1990. Autore di tre libri e molti articoli, scrive di temi chestertoniani da oltre trenta anni.