· Città del Vaticano ·

Dare il meglio di sé in campo e nella vita

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

Antologia di pensieri del Pontefice

29 agosto 2020

I cinque anelli intrecciati, simbolo e bandiera dei Giochi Olimpici, stanno proprio a rappresentare lo spirito di fratellanza che deve caratterizzare la manifestazione olimpica e la competizione sportiva in generale.

(Al Comitato olimpico europeo, 23 novembre 2013)


La disabilità che sperimentate in qualche aspetto del vostro fisico, mediante la pratica sportiva e il sano agonismo si trasforma in un messaggio di incoraggiamento per tutti coloro che vivono situazioni analoghe alla vostre, e diventa un invito ad impegnare tutte le energie per fare cose belle insieme, superando le barriere che possiamo incontrare intorno a noi, e prima di tutto quelle che ci sono dentro di noi. La vostra testimonianza è un grande segno di speranza.

(Al Comitato italiano paralimpico, 4 ottobre 2014)


Vorrei esortare ciascuno di voi a mettersi in gioco non solo nello sport ma nella vita, alla ricerca del bene, del vero bene, senza paura, con coraggio ed entusiasmo. Mettetevi in gioco con gli altri e con Dio, dando il meglio di voi stessi, spendendo la vita per ciò che davvero vale e che dura per sempre. Mettete i vostri talenti al servizio dell’incontro tra le persone, dell’amicizia, dell’inclusione.

(Alla Federazione italiana tennis, 8 maggio 2015)


Non lasciatevi “contagiare” dalla falsa cultura sportiva, quella del successo economico, della vittoria a ogni costo, dell’individualismo. È necessario ritrovare lo sport “amateur”, quello della gratuità, lo sport per lo sport.

(Alla Delegazione di atleti Special Olympics Italia, 9 giugno 2015)


Vi incoraggio, care amiche e cari amici sportivi, a vivere sempre più la vostra passione come un’esperienza di unità e di solidarietà. Proprio i veri valori dello sport sono particolarmente importanti per affrontare questo tempo di pandemia e, soprattutto, la difficile ripartenza. E con questo spirito vi invito a correre, insieme, la corsa della vita.

(Videomessaggio per il Meeting We Run Together, 20 maggio 2020)