Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Giustizia

 

Respinto l’appello del cardinale Pell

«Ribadendo il proprio rispetto per le autorità giudiziarie australiane, come dichiarato il 26 febbraio in occasione del giudizio in primo grado, la Santa Sede prende ...

Figli di Dio

È una giornata di riflessione, sensibilizzazione, preghiera. Non una giornata di lutto, bensì di speranza, per costruire una nazione dove trionfino dignità umana, libertà e ...

Il cardinale Pell condannato in primo grado per abusi su minori

«La Santa Sede si unisce a quanto dichiarato dal presidente della Conferenza episcopale australiana nel prendere atto della sentenza di condanna in primo grado nei ...

Giustizia e misericordia

«Chiarezza di visione, capacità di discernimento e umanità»: le ha raccomandate il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, durante la messa per l’inaugurazione dell’anno giudiziario ...

Norme sempre più conformi al diritto internazionale

«Canonizzazione del diritto internazionale e comunitario». È l’espressione coniata da Gian Piero Milano, promotore di Giustizia del Tribunale, per illustrare il nuovo cammino intrapreso dall’ordinamento ...

Asia Bibi assolta e liberata

La corte suprema del Pakistan ha assolto oggi, in appello, Asia Bibi, la donna cattolica condannata a morte per blasfemia nel 2010. «La pena di ...

Quel cappotto mai più indossato

Una stagione travagliata della storia repubblicana dell’Italia è al centro del libro di Pietro Grasso, presidente del Senato, Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi ...

Blasfemia e secolarizzazione

In Danimarca è stato cancellato dal codice il delitto di blasfemia: fino a oggi chiunque «pubblicamente insultava o derideva la dottrina o il culto di ...

Kiev approva la riforma del sistema giudiziario

La Verkhovna Rada (il Parlamento ucraino) ha approvato ieri la riforma del sistema giudiziario, voluta dal presidente, Petro Poroshenko. Nel dettaglio, il testo prevede che ...

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 novembre 2019