Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Yemeniti alla fame

· ​Un incubo quotidiano per oltre diciotto milioni di persone ·

Oltre 18 milioni di persone nello Yemen sono alla fame. Lo rileva un rapporto del Programma alimentare dell’Onu (Pam), parlando senza mezzi termini della crisi alimentare più grave, attualmente, al mondo. E se la situazione dovesse persistere, l’agenzia delle Nazioni Unite calcola che altri tre milioni e mezzo di persone potrebbero a breve soffrire la fame.

A causa della guerra e dell’aggravarsi della crisi economica, due yemeniti su cinque non sanno come riuscire a rimediare il prossimo, frugale pasto. Tra il 2017 e il 2018 il numero di persone affamate nel paese è cresciuto del 25 per cento. «Il popolo yemenita non può resistere oltre. Senza un soluzione pacifica del conflitto nel paese, l’incubo della fame continuerà a crescere» sostiene il Pam, che chiede, dunque, aiuto alla comunità internazionale.

Le Nazioni Unite hanno sempre classificato lo Yemen tra i paesi più poveri al mondo e il sanguinoso conflitto in corso da circa tre anni non ha fatto altro che peggiorare la situazione. La moneta yemenita ha subito una svalutazione del 180 per cento in tre anni e il costo dei prodotti alimentari è cresciuto del 35 per cento negli ultimi 12 mesi, impedendo a molte famiglie di nutrirsi adeguatamente.

Per questo il Pam ha provveduto, lo scorso settembre, a una distribuzione alimentare d’urgenza per 225.000 abitanti della città portuale di Hodeidah, dove si è intensificato il conflitto negli ultimi mesi e da dove 570.000 persone sono fuggite a causa dei combattimenti tra l’esercito governativo e i ribelli huthi. In passato dal porto di Hodeidah transitava circa l’80 per cento degli aiuti umanitari e delle merci del paese. Ora è invece chiuso.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE