Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per lo Yemen primi colloqui di pace


· Convocati dall’Onu dal 6 settembre a Ginevra ·

L’inviato speciale dell’Onu in Yemen, Martin Griffiths, ha annunciato che convocherà colloqui di pace a Ginevra dal 6 settembre. È la prima volta che le Nazioni Unite convocano un summit di questo tipo per la crisi yemenita. In particolare — ha detto Griffiths — si parlerà del quadro generale in cui si dovranno svolgere i negoziati.

Parlando ai membri del Consiglio di sicurezza dell’Onu, l’inviato in Yemen ha detto che «una soluzione politica» per porre fine alla guerra nel paese è «disponibile», esortando le potenze mondiali a sostenere la nuova spinta per i negoziati di pace. «Queste consultazioni offriranno l’opportunità per le parti, tra le altre cose, di discutere il quadro per i negoziati, le misure di rafforzamento della fiducia e piani specifici per portare avanti il processo» ha sottolineato Griffiths. Non è ancora chiaro se le parti in causa — il governo legittimo del presidente Hadi, sostenuto da una coalizione internazionale a guida saudita, e i ribelli huthi — parteciperanno o meno ai colloqui, né in che forma lo faranno.

L’annuncio di Griffiths è giunto a poche ore di distanza dall’ennesima strage di questo terribile conflitto che dura ormai da tre anni.

Ieri infatti almeno 52 persone sono morte e oltre cento ferite a causa dei raid aerei della coalizione a guida saudita contro la città portuale di Hodeidah, nell’ovest del paese. «Finora abbiamo contato 52 morti e 102 feriti nel mercato e davanti all’ingresso dell’ospedale principale della città» ha dichiarato Abdelrahman Yaral, direttore dell’ufficio sanitario locale, citato dalla Reuters. I raid aerei hanno avuto luogo nella serata del 2 agosto. A Hodeidah è in corso una delle offensive più massicce dell’esercito yemenita contro i ribelli huthi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE