Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Washington si defila

· Gli Stati Uniti tolgono il supporto a un gruppo ribelle siriano ·

Il Pentagono taglierà i legami con il gruppo ribelle siriano Shuhada Al-Qaryatayn, dopo che i suoi combattenti hanno attaccato le forze governative, piuttosto che il sedicente stato islamico (Is). Lo hanno annunciato ieri funzionari degli Stati Uniti.

Siriani  tra le macerie di Aleppo (Reuters)

Il gruppo aveva ricevuto formazione e armi, come parte del sostegno fornito dalla coalizione guidata dagli Stati Uniti, nel sud della Siria. È stato «uno dei partner più importanti nella lotta contro i miliziani nel sud della Siria, ma la coalizione non supporterà più le sue operazioni — ha detto il colonnello Ryan Dillon — perché unilateralmente, senza autorizzazione o coordinamento dei militari statunitensi, ha portato delle pattuglie fuori dalla zona specifica, impegnandosi in attività non dirette contro l’Is». Intanto, il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha ratificato ieri l’accordo tra Mosca e Damasco firmato a gennaio che concede alle forze armate russe l’uso gratuito per 49 anni della base aerea siriana di Hmeimim. Lo riporta Newsru, precisando che l’accordo verrà prolungato automaticamente per periodi di 25 anni.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE