Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Washington pronta a rispondere

· In caso di un attacco missilistico nordcoreano ·

l presidente degli Stati Uniti Donald Trump (Afp)

Gli Stati Uniti hanno annunciato che abbatteranno qualsiasi missile nordcoreano che «avesse come obiettivo o anche solo sorvolasse l’isola di Guam», nel Pacifico, dove è situata la Andersen air force base. Lo ha dichiarato il vicesegretario di Stato statunitense, Susan Thorton. Nella base sono schierati i bombardieri strategici b-1b Lancers che più volte hanno sorvolato la penisola coreana nei giorni scorsi.

Mentre lo scontro verbale tra il leader nordcoreano, Kim Jong Un, e il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha raggiunto livelli mai registrati in precedenza, la Cina, il più importante partner commerciale di Pyongyang, ha annunciato che limiterà le esportazioni di greggio verso la Corea del Nord e ha vietato le importazioni di prodotti tessili da Pyongyang.

Intanto, questa mattina è stato registrato un sisma di magnitudo 3,4 in Corea del Nord. Secondo esperti di Seoul, la scossa non è stata causata da un’esplosione. Fonti cinesi hanno invece affermato che potrebbe trattarsi del risultato di un’esplosione. Sul caso stanno indagando anche altre agenzie internazionali.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE