Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Washington e l’Avana pronte
a riaprire le ambasciate

· ​Conclusa la seconda tornata di colloqui ·

 Stati Uniti e Cuba potrebbero riaprire le rispettive ambasciate prima del vertice delle Americhe, in programma a Panama il 10 e 11 aprile. 

Roberta Jacobson capodelegazione statunitense a Cuba

Lo ha datto Roberta Jacobson, capodelegazione statunitense, al termine della seconda tornata di colloqui sul ripristino delle relazioni diplomatiche, tenuta giovedì e ieri a Washington con la delegazione cubana guidata da Josefina Vidal. Jacobson ha però precisato che tra Washington e l’Avana restano «serie divergenze». Da parte sua, Vidal ha dichiarato che «ci sono stati progressi», ma non ha indicato date per la normalizzazione delle relazioni, confermando appunto che ci sono ancora questioni da risolvere. In particolare, Vidal ha sottolineato la richiesta dell’Avana di essere rimossa dalla “lista nera” statunitense dei Paesi ritenuti sostenitori del terrorismo. Secondo il segretario di Stato americano, John Kerry, questo è però un aspetto che non rientra in questi negoziati che «sono legati al movimento dei diplomatici, all’accesso e ai viaggi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE