Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Washington annuncia dazi sulle automobili dell’Ue

· Mentre entrano in vigore le sanzioni reciproche tra Cina e Stati Uniti ·

Gli Stati Uniti sono pronti ad applicare una tariffa del 25 per cento su ogni auto importata dall’Unione europea (Ue). Lo ha annunciato il presidente Donald Trump durante un comizio elettorale in West Virginia, spiegando il modo in cui ha condotto il dialogo con l’Europa al tavolo dei negoziati. Non è ancora chiaro quando queste tariffe dovrebbero entrare in vigore. Martedì scorso, il segretario al Commercio Wilbour Ross ha riferito in un intervista a «The Wall Street Journal» che l’amministrazione Trump difficilmente avrebbe imposto delle tasse sulle automobili nell’immediato futuro perché le raccomandazioni e uno studio del Dipartimento del commercio non sono ancora pronti. Tra le ragioni del ritardo, ha aggiunto Ross, anche i negoziati in corso con Ue, Messico e Canada. Sono entrati in vigore oggi, invece, i nuovi dazi statunitensi per 16 miliardi di dollari nei confronti della Cina. Si tratta della seconda tranche delle sanzioni per 50 miliardi totali. Allo stesso tempo è divenuta operativa la mossa speculare di Pechino, che ha colpito oltre 300 prodotti con dazi al 25 per cento. Le delegazioni dei due paesi, oggi a Washington, terranno la seconda giornata di colloqui per tentare di superare lo scontro commerciale.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

13 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE