Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Volontà di collaborazione

· ​A Palazzo Borromeo il tradizionale incontro per l’anniversario dei Patti lateranensi ·

 Il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, ha partecipato nel pomeriggio di ieri, 23 febbraio, al tradizionale incontro a Palazzo Borromeo, sede della rappresentanza diplomatica italiana presso la Santa sede, per la ricorrenza degli anniversari dei Patti lateranensi (11 febbraio 1929) e dell’accordo di modifica del Concordato (18 febbraio 1984).

Tra i temi centrali dei colloqui tra la delegazione della Repubblica italiana e quella della Santa sede vi sono stati il Medio oriente e altre aree di crisi, l’immigrazione e il contributo all’accoglienza dato dalla Chiesa cattolica a

Il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, parlando con i giornalisti a margine dell’incontro, ha dichiarato che riguardo all’anno santo «le cose procedono bene, la valutazione è stata positiva» e «l’impressione è che ci sia volontà di collaborazione e di superamento anche di eventuali difficoltà che possano sorgere». Richiesto poi di una valutazione generale dell’incontro, il porporato ha tra l’altro detto: «È andata bene, abbiamo passato in rassegna quelle che sono le questioni bilaterali alle quali si è lavorato durante l’anno trascorso. Faccio un esempio per tutti: la convenzione fiscale che è stata raggiunta tra la Santa sede e il governo italiano». livello locale, la collaborazione per il l’anno santo straordinario della misericordia.

Accolti dall’ambasciatore Daniele Mancini e dalla consorte, per la Santa sede erano presenti, oltre al cardinale Parolin, tra gli altri, gli arcivescovi Angelo Becciu, sostituto, Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli stati, e Adriano Bernardini, nunzio apostolico in Italia; e monsignor Antoine Camilleri, sotto-segretario per i Rapporti con gli stati. All’ncontro hanno inoltre preso parte il presidente della Conferenza episcopale italiana, cardinale Angelo Bagnasco, e il vescovo segretario generale Nunzio Galantino. Accanto a loro vi erano poi, tra gli altri, il cardinale Attilio Nicora e Giuseppe Dalla Torre, membro della commissione paritetica per l’assistenza spirituale alle forze armate.

La delegazione italiana era composta dal presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, dal presidente del Senato, Pietro Grasso, dalla vicepresidente della Camera, Marina Sereni, e da alcuni ministri e sotto-segretari.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE