Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Vite impegnate

· Contemplativi ma pronti all’azione ·

Contemplativi nell’azione attivi nella comtemplazione (Cinisello Balsamo, Edizioni San Paolo, 2014, pagine 221, euro 16) è il titolo del libro di Víctor Manuel Fernández, oggi arcivescovo rettore della Pontificia università cattolica argentina. Nella prefazione il cardinale arcivescovo di Buenos Aires in data 1° maggio 2006 sottolinea che proponendo le sue riflessioni sulla preghiera pastorale, Víctor Manuel Fernández è consapevole di trovarsi di fronte a una sfida: aiutare a tener vivo e ad accrescere il fervore dell’evangelizzazione.

Marc Chagall, «Resurrezione in riva al fiume» (1947, particolare)

Egli sa che «c’è un modo disamorato di vivere la missione, che non ci rende felici», e conosce l’amara, profetica affermazione di Paolo VI nell’enciclica Evangelii nuntiandi (1975): «Di tali ostacoli [all’evangelizzazione], che sono anche dei nostri tempi, ci limiteremo a segnalare la mancanza di fervore, tanto più grave perché nasce dal di dentro. Questa mancanza di fervore si manifesta nella fatica e nella disillusione, nell’adeguamento all’ambiente e nella negligenza, e soprattutto nella mancanza di gioia e di speranza» (n. 80). Egli sa che ogni annuncio di Gesù Cristo presuppone fervore e coraggio apostolico: parresia. Questa parresia evangelica nasce esclusivamente dalla contemplazione del mistero di Cristo, che realizza l’unità tra contemplazione e azione. L'autore, nell'introduzione rileva che questa è la nuova sfida che i credenti sono oggi chiamati ad affrontare: mantenere e accrescere il fervore dell’evangelizzazione, la volontà di servire, l’anelito a migliorare questo mondo. Impresa non facile, poiché numerose attrattive dell’epoca attuale e vari meccanismi inconsci giocano in senso contrario.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE