Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Violenze in Terra santa

· ​Netanyahu annuncia la costruzione di nuove case a Gerusalemme est ·

Raid israeliani sulla Striscia di Gaza dopo il lancio di un ordigno

Militari israeliani in azione  nei pressi di Ramallah (Afp)

L’esercito israeliano ha colpito questa mattina due obiettivi nella Striscia di Gaza dopo che un razzo palestinese è esploso vicino al confine. Non è chiaro se il razzo abbia colpito il territorio israeliano: non si sono udite sirene di allarme né ci sono informazioni su vittime. L’esercito ha comunicato che il raid aereo ha preso di mira due «infrastrutture terroristiche» di Hamas nella Striscia. Ieri pomeriggio due razzi erano stati sparati da Gaza verso la città israeliana di Ashqelon. Gli ordigni erano stati intercettati dal sistema antimissile. Le nuove violenze arrivano a meno di 24 ore dall’annuncio della decisione del Governo israeliano di riprendere l’ampliamento dei quartieri ebraici a Gerusalemme est: gare d’appalto verranno indette per 436 nuove abitazioni a Ramat Shlomo. Secondo quanto riferisce la radio militare, la municipalità di Gerusalemme intende anche avanzare nei piani per mille nuove unità abitative. Come ricorda il «Jerusalem Post», si tratta delle stesso progetto che nel 2010 suscitò una crisi diplomatica tra Israele e Stati Uniti: allora, nel corso della visita del vicepresidente americano, Joe Biden, Netanyahu annunciò piani per nuove abitazioni in quel quartiere ebraico. La questione degli insediamenti è uno dei punti cruciali del contenzioso tra israeliani e palestinesi. Questi ultimi chiedono quale condizione imprescindibile della ripresa delle trattative dirette la completa cessazione delle attività edilizie in tutta la Cisgiordania e a Gerusalemme est.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 dicembre 2017

NOTIZIE CORRELATE