Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Vertice del Commonwealth

· A Malta si discute di terrorismo e clima ·

Il vertice del Commonwealth a Malta, incentrato in particolare sulla cooperazione nella lotta al terrorismo e al cosiddetto Stato islamico (Is), è stato inaugurato venerdì — fra misure di sicurezza rafforzate dopo la strage di Parigi — dalla regina Elisabetta II, la sovrana che ha presieduto in questi decenni alla storia dell’intero percorso dell’organizzazione internazionale.

Intervento del premier maltese  all’inaugurazione del vertice del Commonwealth (Afp)

Rivolgendosi ai leader dei 53 Stati che ne fanno parte, la regina ha reso omaggio all’erede al trono, il principe Carlo, a sua volta presente a Malta e chiamato a rinnovare oggi il proprio impegno ambientalista parlando della sfida ai cambiamenti climatici. L’incontro alla Valletta si svolge alla vigilia della conferenza sul clima di Parigi.

E il Commonwealth ha da ieri, per la prima volta nella sua storia, un segretario generale donna: è Patricia Scotland, avvocato britannica di origine dominicana, già esponente di Governo nelle file del Labour e poi membro della House of Lords.

Intanto, dalla Valletta, il premier britannico, David Cameron, ha lanciato un appello all’unità nella lotta contro il cosiddetto Stato islamico (Is). E il primo ministro pakistano, Nawaz Sharif, anche lui a Malta, ha detto di essere pronto a collaborare con la Francia nello scambio di informazioni di intelligence sui gruppi jihadisti. Sharif ha anche reiterato le condoglianze per le stragi di Parigi del 13 novembre definendo i terroristi «una minaccia comune per tutta l’umanità».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE