Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ventidue milioni di bambini
non vaccinati

· Denuncia dell’Oms ·

Dai due ai tre milioni di bambini ogni anno nel mondo sono salvati da morte certa dai vaccini, ma a quasi ventidue milioni — molti dei quali vivono nei Paesi più poveri — mancano quelli di base.

Lo ha evidenziato un rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) alla vigilia della Settimana mondiale dell’immunizzazione, che viene celebrata in contemporanea con quella dei singoli continenti. «Nonostante gli sforzi — scrive l’agenzia Onu — negli ultimi anni la copertura vaccinale dei bambini nel mondo è rimasta sostanzialmente stabile». Buoni risultati, spiega l’Oms, sono stati raggiunti per il vaccino trivalente contro pertosse, tetano e difterite, per cui c’è una copertura globale dell’84 per cento. Molto più bassa quella per l’hemophilus influentiae, un batterio che può provocare meningite e polmonite, per il quale invece è solo al 52 per cento. Più alta la copertura per epatite b, 81 per cento, e morbillo, 84 per cento, anche se in quest’ultimo caso si registra un trend in discesa. Molto bassa invece la percentuale dei bambini del mondo vaccinati contro lo pneumococco, intorno al 25 per cento, e il rotavirus. Fra le malattie più preoccupanti c’è senza dubbio la poliomielite, quasi eradicata da tutto il mondo, ma che rischia di tornare proprio perché non si è completata la sua eliminazione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE