Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Vent’anni dalla fine
dell’assedio di Sarajevo

· ​Considerato il più lungo della storia moderna ·

Venti anni fa finiva l’assedio di Sarajevo, il più lungo della storia moderna, il cui tragico bilancio fu di quasi 12.000 morti, dei quali 1.60o bambini, insieme a distruzioni e devastazioni. 

Bambino di Sarajevo va a scuola passando tra le tombe (Ansa)

E venti anni fa la Bosnia ed Erzegovina usciva dall’incubo di una guerra terribile e sanguinosa nel cuore dell’Europa, con 100.000 vittime e oltre due milioni di profughi. Durato 1.425 giorni, con continui bombardamenti e con la città senza acqua, luce e cibo, l’assedio di Sarajevo cominciò nella primavera del 1992, con l’Europa, inerme, che rimase a guardare. Dopo l’intervento statunitense e i bombardamenti della Nato sulla Serbia, si arrivò nel novembre 1995 alla firma dell’accordo di pace di Dayton e al dispiegamento nel Paese di una Forza multinazionale guidata dalla Nato. Due settimane fa, la Bosnia ed Erzegovina ha presentato formale domanda di adesione alla Unione europea, nella speranza di lasciarsi alle spalle il suo recente tragico passato e avviarsi sulla strada della modernizzazione e dell’integrazione europea.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE