Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Venezuela senza pace

· Ragazzo ucciso durante le manifestazioni anti-chaviste a San Cristóbal ·

Aveva solo quattordici anni Kluiver Roa, allievo del liceo Agustin Codazzi di San Cristóbal. È stato ucciso ieri da uno colpo di arma da fuoco nel corso dei pesanti scontri tra polizia e manifestanti anti-chavisti avvenuti appunto a San Cristóbal, capitale dello Stato di Táchira, nell’ovest del Venezuela. Violenze sono state registrate anche in altre città, compresa la capitale Caracas.

Manifestante a Caracas (LaPresse/Ap)

Il Paese sudamericano sta vivendo in queste ore una nuova ondata di terribili violenze, frutto non solo dello scontro politico tra il Governo del presidente Nicolás Maduro e l’opposizione, ma anche della grave crisi economica. Le circostanze della morte di Kluiver Roa non sono ancora chiare. Secondo il quotidiano «El Nacional», vicino all’opposizione, il ragazzo sarebbe stato ucciso da un colpo esploso dalla polizia antisommossa che lo ha raggiunto alla fronte. In rete circola inoltre un video ripreso con un telefono cellulare nel quale si vedono agenti che si allontanano dal luogo dove giace il corpo senza vita del ragazzo, sparando gas lacrimogeni. Oggi — riportano i media locali — un poliziotto è stato arrestato. «Condanno l’accaduto — ha detto il presidente Maduro — e presento le mie condoglianze ai famigliari del ragazzo, che è stato assassinato in un episodio di violenza».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

05 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE