Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Vacilla la pace in Colombia

· Uccisi otto poliziotti in un attentato nel dipartimento di Antioquia ·

 Vacilla la pace in Colombia. Otto poliziotti sono morti ieri in un attentato dinamitardo nella regione di Urabá, nel dipartimento di Antioquia situato nel nordovest del paese.

Secondo quanto reso noto dal comando della polizia subito dopo l’attacco, le otto vittime (un sottufficiale e sette agenti) stavano scortando un gruppo di funzionari appartenenti all’Unità nazionale per la restituzione delle terre (Unrt) quando un ordigno è esploso al passaggio del veicolo sul quale viaggiavano, facendoli saltare in aria.

Sebbene non esista ancora una versione ufficiale sulla esatta dinamica dell’attentato, fonti della sicurezza citate dai media locali hanno riferito che l’attacco è stato probabilmente messo a segno da uomini del clan del Golfo, un’organizzazione paramilitare colombiana impegnata nel narcotraffico e in diverse altre attività criminali. Altre fonti puntano invece il dito contro i gruppi dissidenti delle Farc (Forze armate rivoluzionarie della Colombia).

Il grave episodio si inserisce infatti in un contesto di crisi che rischia di mettere a rischio l’accordo di pace raggiunto tra il governo e le Farc. Un gruppo dissidente delle Farc, che non accetta l’intesa, ha infatti appena annunciato la morte di tre dipendenti del quotidiano ecuadoriano «El Comercio» sequestrati lo scorso 26 marzo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE