Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Urne aperte nello Sri Lanka

· ​Al voto per le presidenziali anticipate ·

Il presidente dello Sri Lanka, Mahinda Rajapaksa, è dato in netto vantaggio nelle elezioni presidenziali anticipate di oggi nel Paese del sud-est asiatico. Rajapaksa, a capo di una coalizione denominata Alleanza per la libertà del popolo unito (Upfa), è alla ricerca di un terzo mandato consecutivo. Rajapaksa è salito al potere nel 2005 e cinque anni dopo è stato rieletto sull’onda della popolarità guadagnata con la vittoria militare sui guerriglieri secessionisti delle Tigri tamil, dopo oltre un quarto di secolo di sanguinosa guerra civile. Lo scorso ottobre, il presidente aveva poi annunciato le elezioni anticipate di due anni rispetto alla scadenza naturale del mandato, con la speranza di una facile vittoria. Ma in seguito a una rivolta interna capeggiata dall’ex ministro della Sanità, Maithripala Sirisena, circa venti parlamentari hanno abbandonato l’Upfa. È dunque nato un vasto fronte rivale — guidato dal Partito nazionale unito — cui si sono aggiunti tutti i partiti dell’opposizione, compresi quelli che rappresentano le minoranze tamil e musulmana. Dei diciannove candidati in lizza solo Sirisena sembra comunque essere in grado di impensierire Rajapaksa.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE