Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Uniti
nella carità

· ​Nei Paesi Bassi organizzazioni cristiane contro la povertà ·

Vincent van Gogh, «L’uscita dalla chiesa protestante di Nuenen» (1884)

Chiese alleate contro la povertà: accade nei Paesi Bassi dove la Knooppunt Kerken en Armoede, piattaforma di collegamento tra istituzioni di matrice cristiana, ha lanciato l’allarme per il notevole incremento delle situazioni di difficoltà sociale. Chiedendo parimenti a gran voce un intervento più qualificato da parte delle istituzioni statali. 

L’occasione è stata la recente presentazione del rapporto «Povertà nei Paesi Bassi 2016», settima edizione di un’indagine che fotografa i servizi e gli aiuti alle persone svantaggiate messi in campo da parrocchie, comunità e istituzioni assistenziali di dieci diverse denominazioni cristiane. Un esempio di ecumenismo della carità, insomma, che trova concreta applicazione nei Paesi Bassi. «Il numero complessivo di richieste di aiuto è aumentato da 39.481 nel 2012 a 49.474 nel 2015. Hanno trovato risposta 44.177 di esse, contro le 32.569 nel 2012», hanno detto presentando il rapporto — riferisce l’agenzia Sir — monsignor Gerard Johannes Nicolaas de Korte, vescovo di ‘s-Hertogenbosch, e René de Reuver, segretario della Chiesa protestante in Olanda.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE