Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Uniti per difendere
il clima

· ​Grande manifestazione dei giovani a Bruxelles ·

La giovane attivista Greta Thunberg guida il corteo di Bruxelles (Reuters)

C’erano i giovani di ogni età, dai bambini delle elementari agli studenti universitari, e persino i nonni, venuti a sostenere la protesta dei loro nipoti. La “marcia per il clima” ha riunito ieri a Bruxelles migliaia di ragazzi da tutta Europa con un unico obiettivo: chiedere alla classe politica di agire per arrestare il cambiamento climatico. Obiettivo dell’evento, chiedere maggiore “giustizia climatica” con adeguati impegni da parte dei governi per fermare il riscaldamento climatico.

A guidare la manifestazione, l’attivista svedese Greta Thunberg, 16 anni, che partendo da un semplice “sciopero” davanti al parlamento svedese è arrivata a far sentire la propria voce ai potenti del mondo. «Sappiamo che molti politici non vogliono parlare con noi. Bene, nemmeno noi vogliamo parlare con loro. Ma chiediamo loro di parlare con gli scienziati e di ascoltarli, perché noi stiamo solo ripetendo quello che stanno dicendo da decenni» ha detto la giovane attivista, definendo «triste» il fatto che le istituzioni Ue non abbiano finora fatto abbastanza per difendere il clima. La giovane Greta ha incontrato il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 giugno 2019

NOTIZIE CORRELATE