Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Unione monetaria sul tavolo dei colloqui
fra Argentina e Brasile

· ​Il tema affrontato anche in occasione della visita di Bolsonaro a Buenos Aires ·

  Il Brasile e l’Argentina stanno valutando la possibilità di adottare una moneta unica. Lo ha dichiarato il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, nell’incontro con il presidente argentino, Mauricio Macri, tenutosi ieri a Buenos Aires. A margine del vertice, anche il ministro dell’Economia brasiliano, Paulo Guedes, impegnato nei negoziati con gli imprenditori argentini, ha fatto sapere che la questione è al vaglio dei due governi. Le parole di Guedes sono state riprese anche dal ministro del Lavoro argentino, Dante Enrique Sica, presente all’incontro: «Guedes ha dichiarato che i nostri due paesi dovrebbero avere una moneta comune», ha dichiarato alle emittenti locali. Gli ha fatto eco, dalle colonne del quotidiano argentino «La Nación», Nicolás Dujovne, funzionario del ministero dell’Economia dell’Argentina, attualmente in Giappone per una riunione del g20, che ha menzionato due precedenti incontri bilaterali sul tema, tenutisi dallo scorso aprile rispettivamente negli Stati Uniti e in Brasile.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE