Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Una società in cerca
di fiducia e condivisione

· Europa e solidarietà nel discorso dell’arcivescovo Pontier all’apertura della plenaria della Conferenza episcopale francese ·

«In un’epoca dove la mondializzazione è diventata una realtà, non ci si può ripiegare su interessi o ricerche identitari strettamente nazionali. 

Il futuro e la speranza consistono nella capacità dei Paesi europei di affrontare insieme le sfide che si presentano loro, attraverso un cammino di dialogo, concertazione, accordo, per sfuggire alle violenze multiformi di cui la guerra è il simbolo più forte». È uno dei passaggi più significativi del discorso di apertura dell’assemblea plenaria della Conferenza episcopale francese, pronunciato a Lourdes dal presidente, Georges Pontier, arcivescovo di Marsiglia.

Il presule — in vista delle elezioni europee — ha invitato i cittadini a «mostrare, con il loro voto, fiducia in questa Europa della pace e della solidarietà, nell’anno in cui affrontiamo il ricordo doloroso della Prima guerra mondiale che ha segnato così crudelmente il continente europeo e la storia delle nostre famiglie e del nostro Paese». 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

10 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE