Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Un’attrice diversa

Il mese scorso è morta a Roma Virna Lisi, attrice molto amata dal pubblico, anche per le sue scelte per nulla scontate. Dopo aver firmato un contratto di sette anni con la Paramount, decise di pagare una penale e lasciare il cinema americano che voleva piegarla a un’immagine che non sentiva sua. È stata una di quelle attrici che hanno imparato il mestiere con l’esperienza: se è pur vero che all’inizio della sua lunga carriera era la straordinaria bellezza a prevalere sul talento, poi nel tempo Virna Lisi ha dato prova di una naturale autorevolezza. Una delle poche italiane a non essere quasi mai doppiata, fin da subito ricoprì ruoli piuttosto importanti, ottenendo diversi premi. Intervistata da Oriana Fallaci nel giugno del 1964, al culmine del suo splendore, alla giornalista che le chiedeva se fosse contenta di essere così bella, rispose: «Attendo con impazienza le rughe, la vecchiaia: la gente mi prenderà più sul serio». Ed è stata di parola: caso assolutamente eccezionale nel mondo dello spettacolo di oggi, infatti, non ha avuto paura degli anni, lasciando che il suo viso raccontasse la sua età. Anche per questo, è morta a 78 anni senza aver smesso di lavorare. E di essere meravigliosa.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE