Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Un’assurda violenza

· All’udienza generale il Papa invoca una mobilitazione delle coscienze per fermare le persecuzioni contro i cristiani e ai ministri della Chiesa chiede di mettersi sempre in ascolto della gente ·

Il Papa invoca «una vasta mobilitazione di coscienze in favore dei cristiani» che in diverse parti del mondo continuano a essere vittime di «un’assurda violenza» a motivo della loro fede. L’appello è stato lanciato da Francesco al termine dell’udienza generale in piazza San Pietro, mercoledì 12 novembre. Il Pontefice ha espresso «profonda vicinanza spirituale alle comunità duramente colpite» e ha incoraggiato «i pastori e i fedeli a essere forti e saldi nella speranza», perché — ha affermato — «essi hanno il diritto di ritrovare nei propri Paesi sicurezza e serenità, professando liberamente la fede».

In precedenza Francesco aveva tenuto la catechesi, dedicata, come la settimana scorsa, ai ministri della Chiesa. Dettando quella che egli stesso ha definito «la grammatica di base di ogni ministero», il Papa ha raccomandato soprattutto accoglienza, sobrietà, pazienza, mitezza, affidabilità e bontà di cuore, alla base delle quali ha individuato un «atteggiamento di fondo» da non dimenticare mai: ovvero la «consapevolezza che tutto è dono, tutto è grazia». Insomma un richiamo all’umiltà, che aiuta i pastori «a non cadere nella tentazione di porsi al centro dell’attenzione», restando invece «in ascolto della gente».

Infine nei saluti ai fedeli il Pontefice ha ricordato il trattato fra Argentina e Cile firmato trent’anni fa e gli studenti messicani uccisi dai narcotrafficanti. Prima di giungere in piazza aveva incontrato i malati nell’aula Paolo VI.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 dicembre 2017

NOTIZIE CORRELATE